Vai al contenuto

La Legge di Bilancio 2018, per consentire il monitoraggio e la valutazione del risparmio energetico ottenuto grazie alla realizzazione degli interventi edilizi e tecnologici che comportano risparmio energetico e/o l’utilizzo delle fonti rinnovabili di energia e che accedono alle detrazioni fiscali previste per le ristrutturazioni edilizie, ha introdotto l’obbligo di trasmettere all’ENEA le informazioni sui lavori e gli interventi effettuati.

A tal fine l’ENEA, d’intesa con il Ministero dello Sviluppo Economico e con l’Agenzia delle Entrate, ha realizzato un sito web dedicato, rivolto agli utenti per la trasmissione dei dati relativi agli interventi soggetti all’obbligo.

Il sito dell'Enea è destinato alla trasmissione dei dati degli interventi la cui fine dei lavori ricade nell'anno solare 2018.

A tal fine si allega l’elenco degli interventi per i quali è necessario inviare comunicazione all’Enea per poter beneficiare della detrazione fiscale del 50%. Sono esclusi gli interventi per i quali si è già beneficiato della detrazione al 65%.

Scadenze: La trasmissione dei dati dovrà avvenire entro il termine di 90 giorni a partire dalla data di ultimazione dei lavori o del collaudo. Per gli interventi la cui data di fine lavori (come da collaudo delle opere, dal certificato di fine dei lavori o da dichiarazione di conformità) è compresa tra il 01/01/2018 e il 21/11/2018 (data di attivazione del sito web di Enea) il termine dei 90 giorni decorre dal 21/11/2018, quindi entro il 19/02/2019.

Slitta al 20 luglio 2017, per i titolari di reddito d’impresa (e, quindi, anche per i soci a cui è attribuito il reddito della società partecipata ai sensi degli articoli 5, 115 e 116 del testo unico delle imposte sui redditi), il termine per effettuare i versamenti derivanti dalla dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta 2016 e il versamento del primo acconto.
Lo prevede il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell'Economia e delle Finanze.
Dal 21 luglio e fino al 20 agosto 2017 i versamenti potranno essere eseguiti con la maggiorazione, a titolo di interesse, pari allo 0,40 per cento.
Nella giornata di ieri, 26 luglio, Il MEF ha anticipato l’emanazione di un ulteriore DCMP in cui viene prevista l’estensione della proroga:
- ai lavoratori autonomi;
- ai versamenti Irap e in materia di Iva.
Inoltre viene anticipato che sarà prorogato al 31 ottobre 2017 il termine per la presentazione:
- della dichiarazione dei redditi (non è chiaro se riferita ai soli soggetti passivi Iva o per tutti i contribuenti) ;
- della dichiarazione Irap ;
- del modello 770.

Con comunicato stampa n° 107 del 14/06/2016 il MEF conferma la proroga dei versamenti dei modelli Unico e IRAP 2016 per i soggetti interessati dagli studi di settore (DPCM in corso di pubblicazione sulla G.U.).
Le nuove scadenze di versamento sono:
6 luglio, versamento senza maggiorazione
22 agosto, versamento con maggiorazione dello 0,4%
La proroga riguarda primariamente i soggetti che esercitano attività per le quali sono stati approvati gli studi di settore, sia coloro che presentano cause di inapplicabilità o esclusione dagli stessi.

Ricordiamo a tutti coloro che si avvalgono dei nostri servizi di presentazione del modello 730,  la consegna della documentazione relativa del periodo imposta 2015 entro e non oltre il 22 Aprile 2016.
Per la compilazione e l’invio, qualora il contribuente non proceda in proprio, è necessario conferire delega allo studio, per l’accesso alla dichiarazione precompilata che sarà disponibile nel sito web dell’Agenzia delle Entrate.
Per tale ragione e per comunicare tale intenzione alla stessa Agenzia, è necessario che la nostra organizzazione acquisisca apposita delega, i cui estremi saranno poi trasferiti all’amministrazione finanziaria.
La delega dovrà ritornarci sottoscritta e corredata da documento di riconoscimento in corso di validità, entro e non oltre il 15 aprile 2016, termine fissato dalla stessa amministrazione.